Siracusa. Il reliquiario delle Lacrime tra i ricoverati dell’Umberto I, commozione e speranza

E’ stata una mattina emozionante per i ricoverati dell’ospedale “Umberto I”, per il personale sanitario e per i volontari delle associazioni che vi operano, che hanno ricevuto visita e le benedizione del reliquario della Madonna delle Lacrime.

Dopo l’arrivo in via Testaferrata e l’accoglienza da parte di fra Gabriele Falzone,  la breve processione per i viali esterni dell’ospedale fino alla chiesa di San Luca Evangelista, dove ha avuto luogo l’adorazione eucaristica.

Mattina emozionante, come si diceva prima, e come conferma don Raffaele Aprile che, insieme a frà Gabriele Falzone, parroco di San Luca, ha portato il reliquiario nei vari reparti, tra i degenti, dove di sofferenza e di lacrime, purtroppo ce ne sono abbastanza.

“Portare la presenza materna di Maria attraverso le Lacrime” – commenta don Raffaele Aprile – “ha visto negli occhi dei pazienti tanta speranza. C’è stato chi ha versato delle lacrime, chi ha rivolto le sue intenzioni ai piedi della Madonna e chi, in silenzio, ha aperto il suo cuore”.

la dott.ssa A. Franco, direttore del reparto malattie infettive regge il reliquiario

Lacrime di commozione e di speranza anche davanti al reparto che ospita ii pazienti covid, quelli cioè, che in questo momento, oltre che per la malattia, soffrono anche la lontananza fisica dei propri cari e per i quali, quindi, la visita della Madonna ha assunto un significato ancora più profondo.

In chiusura, intorno alle ore 12.30, la celebrazione della Santa Messa, nella chiesa di San Luca Evangelista, poi il momento del commiato ed il reliquario che ha preso la strada del ritorno verso la Basilica Santuario Madonna delle Lacrime.

L’iniziativa di questa mattina all’ospedale ”Umberto I”, è stata voluta dalla parrocchia San Luca Evangelista e dell’Ufficio diocesano per la Pastorale della salute.

(foto: la processione all’interno dell’Umberto I)

© Riproduzione riservata