Feste Archimedee. Ripartenza alla grande per la kermesse che celebra il talento giovanile

E’ stata, senza ombra di dubbio, una ripartenza col botto, quella delle “Feste Archimedee” che, dopo i due anni di stop forzato, hanno celebrato venerdì e sabato la loro nona edizione. Ad aprire le danze … ma anche i tornei di scacchi, il teatro, le mostre e lo spettacolo, il corteo che ha attraversato  Largo XXV Luglio e Corso Matteotti per giungere in Piazza Archimede, centro nevralgico della creatività giovanile.

Non sono mancate la buona cucina e la degustazione dei prodotti a chilometro zero, secondo le antiche ricette contadine, a cura dello chef Giovanni Fichera e di Milena Caramagno, che hanno fatto mettere le mani in pasta ai bambini, iniziandoli ai gusti genuini di una volta.

da sinistra Edda Cancelliere, Maria Josè Occhipinti, Mirella Furnari, Daniela Occhipinti, Carlo Gilistro – foto di Marcello Bianca

Scenografica, inoltre, la grande scacchiera allestita al centro di Piazza Duomo, dove una sessantina di giovani scacchisti si sono dati appuntamento per disputare, davanti al pubblico incuriosito, un grande torneo, coordinato da Alessandra Servito, dirigente dell’Istituto scolastico “Lombardo Radice di Siracusa”.

Sul palcoscenico di Piazza Minerva, all’insegna dei “Colori delle idee”, frutto del progetto grafico del designer siciliano Antonello Blandi, che ha creato il brand di questa edizione della “ripartenza”, sono stati i ballerini della città, che hanno realizzato originali coreografie, con il coordinamento  del maestro Jvan Bottaro, ma anche tanti musicisti e cantanti e aspiranti attori “classici”, in prevalenza studenti del Liceo Coreutico Gargallo.

Durante le due serate condotte dai giornalisti Francesco Aloi e Oriana Vella, con Mirella Furnari, talent scout dell’evento, giovani artisti siracusani, che hanno realizzato il loro sogno, riuscendo a varcare i confini della loro città d’origine. A loro è andato il  Premio Feste Archimedee 2022.

Riconoscimenti per i ballerini Serena Marchese e Daniele Bruno, reduce la prima dalla trasmissione “Amici” oggi impegnata col Balletto di Roma, il secondo a breve firmerà il suo primo contratto con la Compagnia Yacoboson Ballet di San Pietroburgo e parteciperà ai loro mondiali.

Sia per Serena che per Daniele, assenti fisicamente ma presenti in video, i riconoscimenti sono stati ritirati dai rispettivi genitori. A stupire il pubblico di piazza Minerva, con straordinarie coreografie acrobatiche,  il ballerino rock dance Alis Bianca, vincitore di diverse competizioni mondiali e di recente entrato nel casting del musical itinerante di Angela Finocchiaro.

il conduttore della prima serata, Francesco Aloi, con il dott. Carlo Gilistro – foto di Marcello Bianca

La serata conclusiva di sabato ha visto sul palco il batterista Alessandro Massimo Baviera, 7 anni, conosciuto dal pubblico televisivo per la sua partecipazione  a “Tu si que vales”, che ha duettato con Luca Vullo.

Premio anche al saxofonista emergente, ma di grandi abilità, Vincenzo Capuano, premiato dal pianista Antonio Canino, il quale ha ricevuto a sua volta, un riconoscimento per la lunga carriera.

Ha commosso la platea il corto antimafia “La verità vive”, interpretato da Gabriele Sanfilippo, premiato da Stefania Altavilla. Gran  finale con il cantautore romano Luca Barbarossa che ha regalato alla platea il suo racconto autobiografico in musica.

L’edizione 2022 delle “Feste Archimedee” va, dunque, in archivio ma gli organizzatori, con il dott. Carlo Gilistro in testa, sono già al lavoro per preparare l’edizione del 2023, quella del decennale della fortunata manifestazione dedicata al genio giovanile.

(fotocopertina: un momento della prima serata – immagine di Marcello Bianca)

© Riproduzione riservata