Cassaro, una panchina davanti al Poliambulatorio. Quando il Comune ascolta il cittadino

“Il cittadino chiama … il Comune risponde”. La si potrebbe intitolare in questo modo la bella storia,  esempio di buona Amministrazione, che arriva da Cassaro, centro montano alle porte di Pantalica. Una località che accusa, purtroppo, pesantemente gli effetti del calo demografico, con i giovani che vanno via per motivi di studio o di lavoro e con circa 800 abitanti (ma d’estate diventano molti di più), ai quali l’Amministrazione comunale cerca, in tutti i modi, di non far mancare il proprio sostegno, per  garantire il loro benessere. Ed è in quest’ottica che si inquadra la storia che andiamo a raccontare e che ha per protagonista un cittadino il quale, dopo una vita di lavoro, si gode la sua meritata pensione. Il nostro amico, così come tantissimi altri cittadini anche dei comuni vicini, si reca spesso al locale Poliambulatorio dell’Asp 8 dove, però, deve fare i conti con i tempi di attesa. Nulla, ovviamente, contro il personale che vi opera il quale, piuttosto, è sempre disponibile e comprensivo con l’utenza. Il problema che, invece, il nostro amico ha voluto sottolineare è che, l’ufficio apre alle 8 del mattino ma, spesso, gli utenti anziani si presentano con largo anticipo e quindi sono costretti ad attendere in piedi fino all’apertura. Tempi di attesa non esageratamente lunghi ma che, per chi ha qualche annetto in più sulle spalle, possono risultare pesanti. Così la brillante idea di rivolgersi al Comune, nella fattispecie all’assessore Angelo Salamone, con una apposita istanza, chiedendo una panchina davanti al portone dell’Asp 8, in modo che la gente possa attendere serenamente, e seduta, il proprio turno. “Il cittadino chiama … il Comune risponde” si diceva sopra e, infatti, l’assessore Salamone si è messo subito in contatto con gli uffici competenti dell’Azienda Sanitaria a Siracusa e, nell’arco di breve tempo, è arrivata una panchina fiammante e nuova di zecca. Adesso l’attesa dell’orario di apertura dell’ambulatorio sarà sicuramente più serena per il signor Salvatore Aripoli, questo il nome del cittadino autore della richiesta, e per tutti coloro i quali usufruiscono dei servizi sanitari del Poliambulatorio Asp di Cassaro, ai quali auguriamo di godere il più a lungo possibile di ottima salute. Una storia che si è  conclusa a lieto fine, grazie alla collaborazione tra i due enti e con il sostegno del sindaco di Cassaro, Mirella Garro, che ha subito sposato l’idea del suo assessore Angelo Salamone, e che ha espresso parole di apprezzamento per il senso di partecipazione dimostrato dal cittadino-utente Salvatore Aripoli.

(foto: la panchina davanti al Poliambulatorio. A sinistra il cittadino S. Aripoli con l’assessore A. Salamone)