Lotta al precariato, rinnovo contrattuale e crisi ex Provincia nell’agenda della Fp Cisl

Il segretario generale della Fp Cisl, Maurizio Petriccioli, ha presieduto ieri pomeriggio il consiglio generale  Ragusa e Siracusa della categoria, che si è riunito nel salone “Giulio Pastore”. Presenti il segretario generale della Fp Cisl Sicilia, Paolo Montera, la segretaria generale della Ust Cisl di Ragusa e Siracusa, Vera Carasi ed il segretario generale della Fp Cisl di Ragusa e Siracusa, Daniele Passanisi. Contrastare il precariato e rendere operative le ex Province sono alcuni degli obiettivi ai quali si punterà nei prossimi mesi, confrontandosi con il governo e con gli Enti Locali; c’è, poi, la questione del rinnovo dei contratti.“ Stiamo tentando di riaprire la discussione per il contratto 2019/202” – ha detto Maurizio Petriccioli – “occorre ripristinare motivazioni, carriere e migliorare i salari che sono comparati a livello europeo i più bassi”. Una delle emergenze a livello locale, come ha indicato il segretario generale della Fp Cisl di Ragusa e Siracusa, Daniele Passanisi è la questione relativa all’abolizione del prelievo forzoso per l’ex Provincia e la richiesta di un provvedimento legislativo che azzeri il debito dell’Ente.

Alta l’attenzione della Fp Cisl anche per le altre Pubbliche Amministrazioni, come l’Agenzia delle Entrate, il Tribunale, l’Inps, la Sanità, alle prese con problemi di risorse e organici carenti.

(foto: l’intervento del segretario generale della Fp Cisl Ragusa-Siracusa, D. Passanisi)