Scuola, non si usino le segreterie come succursali dell’Inps. Insorge la Flc Cgil siciliana

Nonostante i tanti problemi organizzativi di cui soffrono,  le segreterie scolastiche si sono ritrovate a dover svolgere anche funzioni che spetterebbero all’Inps, come le pratiche sul trattamento di fine rapporto dei lavoratori della scuola.  Ma “le segreterie scolastiche non sono delle succursali dell‘Inps”, insorge il segretario regionale della Flc Cgil, Adriano Rizza, che sottolinea, invece, le difficoltà in cui operano gli amministrativi delle scuole. “Un compito” – scrive – “che le segreterie non possono svolgere sia per la mancanza di dati ed informazioni in possesso di altri enti, sia perché già oberate da un notevole carico di lavoro interno”. Sotto accusa i tagli effettuati sin dai tempi di Tremonti e Gelmini, “che incidono pesantemente sull’attività di sicurezza rispetto agli alunni e di buon funzionamento dell’attività ordinaria degli uffici”. Tutto ciò” –  conclude Adriano Rizza – “accade anche a causa del grave vuoto dirigenziale in cui da mesi si trova l‘Ufficio scolastico regionale della Sicilia e alcuni Uffici territoriali”. La Flc rinnova, quindi, la richiesta al Miur affinchè si proceda, al più presto alle nomine.

(foto: il segretario della Flc Cgil siciliana, A. Rizza)