Noto. Al Comune si lavora per predisporre i PUC per i beneficiari del Reddito di Cittadinanza

L’Amministrazione comunale di Noto si accinge ad avviare i Progetti di Utilità Collettiva (i cosiddetti PUC) che possono rappresentare una boccata  di ossigeno per i disoccupati della città, beneficiari del Reddito di Cittadinanza. Una riunione, in tal senso, si è tenuta stamattina tra il sindaco Corrado Bonfanti ed i Capi Settore, per individuare gli ambiti nei quali poter agire, che devono essere compresi tra cultura, sociale, arte, ambiente, formazione e tutela dei beni comuni. “Una opportunità che non solo ci permette di incrementare le attività a beneficio di tutti” – commenta il primo cittadino – “ma che consente ai percettori del reddito sociale di restituire alle loro comunità lo sforzo, in termini di solidarietà, che le stesse quotidianamente affrontano”. Così come prevede la normativa, i PUC impegneranno per almeno 8 ore settimanali, i percettori del RdC, che saranno utilizzati in rapporto alle competenze professionali ed in base a quanto emerso nei colloqui effettuati al Centro per l’Impiego.

(foto: repertorio internet)