Parchi acquatici, 2.5 mln per i danni subiti dai titolari. Li distribuirà la Regione con i voucher

L’Assessorato Regionale al Turismo coprirà le spese derivanti dai danni subiti dai titolari degli 8 parchi acquatici siciliani, in caso di mancanza o tardiva apertura. All’interno del fondo messo a disposizione per dare sostegno alle attività turistiche, che ammonta a 75 milioni, è stata, infatti, individuata una somma pari a 2,5 milioni, equivalente al danno quantificato, che verrà erogata mediante voucher.

La decisione è maturata oggi, in sede di III Commissione Attività produttive dell’Ars, dove si è tenuta l’audizione dell’assessore regionale alle attività produttive, Girolamo Turano, e dell’assessore al Turismo, Manlio Messina, alla presenza di alcuni rappresentanti dei parchi acquatici siciliani, tra cui quello di Siracusa. Ne ha dato notizia l’on. Rossana Cannata che, in sinergia con l’assessore Manlio Messina, si è adoperata per trovare soluzioni atte a dare ossigeno anche al comparto dei parchi acquatici, in questa difficile fase di riavvio.

“C’è l’impegno” – commenta la parlamentare di FdI – “a garantire maggiore attenzione verso queste strutture turistiche, importante fonte di sostentamento non solo per centinaia di lavoratori impiegati ogni anno nella stagione estiva ma che consentono” – conclude – “un sano divertimento e distrazione alle famiglie creando un indotto strategico”. 

(foto: repertorio internet. Riquadro, l’on. R. Cannata)