“La casa della marijuana”, dalla coltivazione alla vendita. Ai domiciliari il titolare dell’attività

Un intero appartamento adibito alla coltivazione e alla produzione di marijuana, nella zona di Santa Panagia, a Siracusa.

Lo hanno scoperto i poliziotti  della Squadra Mobile, con la collaborazione dei cani antidroga “Maui” e “Yocco”, che li hanno portati in quella che, praticamente, era una vera e propria fabbrica, messa su da un 42enne, ovviamente, arrestato.

Gli agenti, giunti nell’androne della palazzina, hanno avvertito un forte odore di cannabis che si propagava nelle scale e, seguendone la scia, sono arrivati alla fonte. Ogni stanza dell’appartamento era adibita ad una diversa fase del processo di produzione della marijuana.

In una vi erano le piante ancora in coltivazione, con lampade alogene per mantenere l’esposizione alla luce, in un altro vano si procedeva alla loro essiccazione ed in un’altro ancora, si effettuavano i confezionamenti in sacchetti sottovuoto.

Il fiuto dei due cani antidroga ha, inoltre, consentito di rinvenire sette cartucce per fucile. Nel complesso, l’operazione ha portato al sequestro di 14 piante di marijuana in coltivazione, 35 in essicazione, 1,6 chilogrammi di marijuana pronta per la vendita, 800 euro in contanti, tre bilancini e vario materiale per la coltivazione delle piante e per il confezionamento delle dosi.

(foto: alcune stanze dell’appartamento adibito a fabbrica di cannabis)