Cessione ipermercato Auchan, i sindacati insistono: no a lavoratori di serie A e di serie B

Dopo il nuovo incontro tra i rappresentanti provinciali e regionali di Filcams Cgil, Fisascat Cisl e Uiltucs e le aziende Margherita distribuzione ex Auchan, è emerso che c’è l’intenzione di riconfermare solo 104 lavoratori del supermercato di contrada Spalla, su un organico di 138, sei dei quali hanno accettato la proposta di esodo volontario.

Ne rimarrebbero, quindi, una trentina in attesa di essere ricollocati, ma la cosa non è vista di buon occhio dai sindacati per i quali, come sostiene Alessandro Vasquez della Filcams Cgil, “non possono esserci lavoratori di serie a e di serie b”.

“Al momento” – spiega – “non vi sono notizie certe su quale player investirà ed occuperà le superfici dismesse e quello che l’azienda potrebbe compiere è un salto al buio sulle spalle dei lavoratori e delle lavoratrici”.

Per il segretario provinciale della Filcams Cgil, “esiste il diritto che non si può negare, di appartenere unicamente ad un ramo d’azienda e pertanto” – chiosa – “esortiamo Cospea a garantire tutti i livelli occupazionali alle sue dipendenze”.

(foto: una manifestazione dei dipendenti Auchan – repertorio internet)