Città Metropolitana di Catania, no all’insediamento di Bonaccorsi. Insorge Barbagallo (Pd)

“Depositeremo un atto ispettivo urgente che trasmetteremo all’assessorato Funzione pubblica e per conoscenza alla Procura della Repubblica e alla Corte dei conti affinché vengano valutate eventuali reati”.

Lo ha dichiarato il segretario regionale del Partito Democratico, Anthony Barbagallo, intervenendo sul paventato insediamento di Roberto Bonaccorsi, vicesindaco di Catania, al vertice dell’ex Provincia regionale oggi Città Metropolitana di Catania.

Per Barbagallo, si tratterebbe di  “una grave illegittimità non supportata da nessuna norma di legge”. Intanto, il segretario provinciale del Pd, Angelo Villari ritiene opportuno convocare una riunione di tutti i sindaci della provincia etnea, “ per adottare” – scrive – “decisioni conseguenziali ad un grave abuso perpetrato nei confronti dei due enti, comune di Catania e Città metropolitana, e dei cittadini del territorio”.

(foto: il segretario regionale del Pd, A. Barbagallo. A Destra Palazzo Minoriti – repertorio internet)