Covid 19. Bufera sulla sanità siciliana, veri o falsi i dati sui posti letto delle terapie intensive?

I Parlamentari del Pd all’Assemblea Regionale Siciliana, con il loro capogruppo, Giuseppe Lupo, hanno chiesto al presidente della Regione di revocare l’incarico al dirigente generale dell’assessorato alla salute, Mario La Rocca, ed all’assessore alla Salute Ruggero Razza.

La vicenda è quella dei dati relativi ai posti di terapia intensiva disponibili in Sicilia, comunicati a Roma, e delle presunti pressioni sui manager delle Asp e degli ospedali.

Il Pd siciliano chiede agli organi nazionali preposti all’emergenza Covid 19 di effettuate le opportune verifiche, per accertare quale sia la reale situazione del sistema sanitario regionale ed in particolare delle terapie intensive.

Nel ritenere doveroso presentare un esposto alle Procure delle nove province dell’isola, il gruppo parlamentare del Pd conferma per mercoledì 25 novembre in Aula, la discussione sulla mozione di censura all’assessore Ruggero Razza.

Tutto è nato da un messaggio vocale del dirigente generale dell’assessorato regionale alla Salute, reso pubblico oggi dal quotidiano catanese “La Sicilia”.

Intanto, lunedì 23, alle ore 12, i capigruppo del Partito Democratico, Lupo, del M5S, Pasqua, e del Misto, Fava,  terranno una conferenza stampa congiunta sull’emergenza sanitaria e sulla vicenda dei dati ospedalieri.

l’assessore regionale alla salute, Ruggero Razza

Martedì 24 è stata, invece, convocata una audizione urgente in Commissione Salute, dell’assessore Ruggero Razza e del dirigente Mario La Rocca.

“Se qualcuno ha delle responsabilità” – ha detto la presidente Margherita La Rocca Ruvolo – “è giusto che se le assuma”.

(fotocopertina: repertorio internet)