Crollo dell’intonaco all’Istituto Comprensivo di Cassibile, per Cgil ed Flc è “inaccettabile”

“Non possiamo attendere che i soffitti delle scuole crollino senza che vi siano degli accertamenti risolutivi che garantiscano la sicurezza di tutti gli edifici scolastici”.

Lo scrivono, in un documento congiunto, Roberto Alosi e Paolo Italia, segretari provinciali rispettivamente di Cgil e d Flc, a proposito del cedimento di parte dell’intonaco del soffitto dell’Istituto Comprensivo “Falcone-Borsellino” di Cassibile.

Un episodio “inaccettabile”, che appare ancor più grave, come sottolineano i due sindacalisti, perché “avviene dopo le verifiche dell’amministrazione comunale che, in seguito alle segnalazioni del dirigente scolastico, ha effettuato interventi parziali e non risolutivi”.

“Perchè all’indomani di un fatto così grave” domandano Alosi e Italia – “nessuno si espone pubblicamente e spiega ciò che è successo?”

Il crollo è avvenuto di notte e, quindi, non ci sono stati feriti, ma se quel metro quadrato di intonaco avesse deciso di staccarsi dal soffitto durante l’orario scolastico, le cose sarebbero andate, certamente, in maniera diversa e ben più grave.

(foto: la parte di intonaco che si è staccata dal soffitto. A sinistra R. Alosi, a destra, P. Italia)