Ragusa. Dopo don Romolo Taddei, il Covid uccide anche don Raffaele Campailla, 47 anni

Ancora un lutto nella Diocesi di Ragusa che, nell’arco di 24 ore ha perso due sacerdoti, tutti e due vittime del Covid 19. Questa mattina, nella Cattedrale di San Giovanni Battista, nel capoluogo ibleo, era stata celebrata una santa Messa in suffragio di don Romoli Taddei, direttore emerito del Consultorio familiare di ispirazione cristiana, da lui fondato nel 1978, tornato alla Casa del Padre all’età di 79 anni.

Nella stessa giornata è giunto il triste annuncio della prematura dipartita di don Raffaele Campailla, parroco della chiesa Maria Santissima Nunziata. Aveva 47 anni e da qualche settimana era ricoverato perchè aveva contratto il Coronavirus.

“Ha lottato in modo strenuo” – scrive la Diocesi di Ragusa – “sostenuto dalla preghiera incessante dei fedeli e degli amici e dalla cura dei medici e del personale sanitario, attaccato a un respiratore della terapia intensiva dell’ospedale Giovanni Paolo II”.

Lunedì 23 novembre, a mezzogiorno, nel cimitero di Santa Croce Camerina, si svolgerà la preghiera di commiato e nel pomeriggio, alle ore 15.30 nella chiesa Maria Santissima Nunziata di Ragusa, sarà celebrata una Santa Messa in suffragio.

(foto: don Raffaele Campailla)