Scicli. Via libera ai progetti di utilità collettiva. Impiegheranno i lavoratori percettori del RdC

Dare dignità ai lavoratori e, al tempo stesso, fornire servizi utili alla comunità. Con questo spirito, l’Amministrazione comunale di Scicli ha approvato i progetti di utilità collettiva per i percettori del Reddito di Cittadinanza.

8 saranno le unità impiegate nel supporto alla Biblioteca comunale ed altrettanti saranno chiamati ad occuparsi di manutenzione di bambinopoli, di edifici di proprietà comunale e di arredo urbano.

Per il progetto “Scuola Insieme” è previsto l’utilizzo di 12 percettori del RdC, che svolgeranno attività di ausilio nella vigilanza degli alunni e provvederanno alla pulizia e alla sanificazione dei locali delle scuole.

Sempre 12 sono le unità da destinare alle attività di supporto per mostre ed eventi, mentre 8 si occuperanno di portineria, accoglienza e pulizia del Comune.

L’Amministrazione comunale ha pensato anche alle persone con disabilità ed agli anziani, che potranno contare su 6 operatori, ai quali sarà affidato il servizio di domicilio.

Otto lavoratori, infine, svolgeranno le attività di manutenzione del verde pubblico cittadino.

“Attraverso il lavoro dei percettori di reddito di cittadinanza” – ha dichiarato l’assessore ai servizi sociali, Caterina Riccotti – “la giunta Giannone assicurerà servizi essenziali alla comunità”.

(foto: il Municipio di Scicli. Riquadro, l’assessore ai servizi sociali, C. Riccotti)

© Riproduzione riservata