Milo. A Placido Calì l’incarico di realizzare la statua di Dalla e Battiato. Sarà pronta in estate

Placido Calì, 43 anni, di Acireale. Sarà lui l’artista scelto per la realizzazione della statua raffigurante Lucio Dalla e Franco Battiato, omaggio del Comune di Milo ai due cantautori.

E’ stato ufficializzato oggi, in conferenza stampa, al Museo Virtuale alla presenza del presidente della Pro Loco, Alfredo Cavallaro, che ha lanciato l’idea, del sindaco, Alfio Cosentino, e del presidente dell’Unpli, Antonino La Spina.

Presenti, tra gli altri, anche il presidente dell’Unpli provinciale, Giuseppe Sanfilippo, ed il comandante della Stazione dei Carabinieri di Sant’Alfio, luogotenente Salvatore Toscano.

Il progetto originario, come ha spiegato Cavallaro, era nato due anni fa, per ricordare Lucio Dalla poi, nei mesi scorsi, è sopravvenuta  anche la morte di Franco Battiato e così si è deciso di allargare l’omaggio ai due personaggi che tanto lustro hanno dato alla città di Milo.

Durante l’incontro con i giornalisti è stata svelata la miniatura della statua che, invece, sarà collocata in piazza la prossima estate.

“L’opera” – ha detto l’artista Placido Calì – “verrà realizzata in bronzo e avrà grandezza reale. Ho un laboratorio ad Acireale e quindi è molto importante per me lasciare un segno nella mia terra”.

Cosi come previsto dal bozzetto dell’artista Gianfranco La Pira, la statua vedrà Lucio Dalla seduto al pianoforte, con lo sguardo rivolto verso il mare, e Franco Battiato in piedi, che guarda verso l’Etna.

La Fonderia Nolana di Nola, specializzata in opere scultoree da quattro generazioni, provvederà a realizzare materialmente il monumento che raggiungerà l’altezza di 1,85 metri (l’altezza del maestro Franco Battiato), e la lunghezza di 1,45 metri (le dimensioni del pianoforte).

“Per Milo è una cosa molto importante, sono sicuro che ne risentirà positivamente tutta la comunità”. Questo il commento del sindaco Alfio Cosentino, che ha voluto ringraziare la Pro Loco per essersi fatta promotrice dell’iniziativa”.

(fotocopertina: la conferenza stampa al Museo Virtuale cittadino)

© Riproduzione riservata