Ragusa. E’ calato il sipario sulla 46.ma FAM, Guastella (CamCom sud-est): ce l’abbiamo fatta

E’ un bilancio assolutamente positivo quella della 46.ma Fiera Agroalimentare Mediterranea, che ha chiuso i battenti, ieri sera, al Foro Boario di Ragusa.

Soddisfatto per il successo della manifestazione, il vicepresidente della CamCom del Sud Est della Sicilia, Salvatore Guastella.

“Ce l’abbiamo fatta” – commenta – “sia dal punto di vista sanitario quanto sull’aspetto degli scambi commerciali. Speriamo di non avere deluso né il comparto né la nostra provincia che aspettava con ansia questa edizione della Fam che possiamo a buon diritto consacrare come uno dei tasselli più importanti della ripartenza di questo territorio.

Molto soddisfatti” – prosegue Guastella – “ anche per la visita del presidente Musumeci.  Insomma” – chiosa – “abbiamo chiuso in bellezza e pensiamo già alla prossima edizione”.

La giornata conclusiva di ieri è stata dedicata alla sfilata ed alla premiazione dei campioni e delle campionesse, che ha riguardato i bovini di razza modicana, pezzata rossa italiana, bruna italiana, frisona italiana, charolaise, limousine. Premi anche per gli equini con riferimento alla produzione ordinaria di cavalli indigeni, al San fratellano e all’asino ragusano.

All’azienda Floridia Giovanni è stato assegnato il “Premio miglior formaggio” del Consorzio Ragusano Dop, che ha anche premiato alla carriera il padre, Rosario Floridia, storico produttore  “il cui impegno e la cui esperienza” –  si legge nella motivazione – hanno costituito un riferimento di straordinaria importanza per la formulazione del disciplinare di produzione del formaggio Ragusano dop e per la gestione del relativo consorzio di tutela”.

Appuntamento, dunque, all’edizione numero 47 quando, ci si augura, green pass e covid possano essere termini ormai fuori dal nostro linguaggio e dal nostro vivere quotidiano.

(foto: il presidente Musumeci si intrattiene con alcuni visitatori. A destra accanto ad un asino premiato- immagini di Salvo Bracchitta)

© Riproduzione riservata