Pandemia. Curva sempre in calo e boom di tamponi, monitoraggio settimanale GIMBE

Tutti in calo, tranne i decessi che restano stabili, i numeri  della curva pandemica, nel  monitoraggio settimanale indipendente della Fondazione GIMBE, nel periodo 13-19 ottobre.

I nuovi casi sono stati, infatti, 17. 870 rispetto ai 18.209 della settimana precedente, i ricoveri con sintomi 2.423 (prima erano 2.665) e le terapie intensive 355 ( -15), le vittime 271 (-5), con una media di 39 al giorno rispetto ai 38 della settimana precedente.

“A livello nazionale” spiega Nino Cartabellotta, presidente della Fondazione GIMBE –  “scendono da 7 settimane i nuovi casi settimanali. Nell’ultima settimana tuttavia il calo è solo dell’1,9% anche in ragione di un aumento dei tamponi totali che sfiora il 50%: ben +930 mila rispetto alla settimana precedente”.

Il monitoraggio relativo alal settimana 13-19 ottobre registra un ulteriore calo dei posti letto occupati dai pazienti Covid. “Rispetto alla settimana precedente” – dice Renata Gili, responsabile Ricerca sui Servizi Sanitari della Fondazione GIMBE  – “scendono del 9,1% in area medica e del 4,1% in terapia intensiva”.

La settimana in esame, che è stata quella in cui è entrata in vigore l’obbligatorietà del green pass per tutti i lavoratori, ha registrato una netta impennata dei tamponi rapidi, con un aumento del  78,5% in una settimana. La media mobile a 7 giorni è salita da 173.235 del 13 ottobre a 309.297 del 19 ottobre.

“Nell’interpretare gli effetti del green pass su tamponi e nuovi vaccinati” –  aggiunge Nino Cartabellotta – “bisogna tenere conto che ogni persona non vaccinata può arrivare a sottoporsi sino a 3 tamponi a settimana, mentre per aumentare la copertura vaccinale” – conclude – “è sufficiente che il numero di nuovi vaccinati non tenda allo zero”.

© Riproduzione riservata