Siracusa. Verso l’istituzione dei “muri palestra” destinati alla street art ed al writing urbano

Siracusa avrà, presto i “muri palestra”, cioè delle pareti sia pubbliche che private, che saranno destinate ai writers.

Lo prevede una delibera di giunta, al vaglio del commissario straordinario, che modifica il regolamento sui murales, opere d’arte come quelle realizzate, anni fa, in via Algeri, e come quelle che si stanno realizzando in questi giorni nel quartiere Acradina. Lo ha annunciato  l’assessore comunale alle politiche giovanili, Carlo Gradenigo.

“Un piccolo grande passo” – spiega – “verso il coinvolgimento attivo e artistico dei nostri ragazzi che riprende un lavoro iniziato dalla precedente amministrazione e che ha trovato piena condivisione e continuità nell’attuale”.

Non più muri imbrattati e vandalismi, quindi, bensì vera street art e writing urbano che entrano di diritto, tra le forme d’arte e di aggregazione e socializzazione giovanile ammesse e, soprattutto, incentivate, dal Comune. 

(foto: il murales, ispirato a “Santa Lucia”, di viale Algeri)

© Riproduzione riservata