Aci Trezza. Tornano processioni e “U pisci a mari”, il borgo festeggia San Giovanni Battista

Aci Trezza è pronta a riabbracciare il patrono San Giovanni Battista, con i festeggiamenti che tornano nella loro formula tradizionale e che vedranno, quindi, il ritorno della processione esterna e della pantomima “U pisci a mari”.

Oggi si apre, il Triduo di preparazione, con la Santa Messa che sarà celebrata alle 19, nella chiesa madre, da don Pietro Antonio Ruggiero, parroco di Gagliano Castelferrato e, a seguire, la storica processione della reliquia del santo e della bandiera di San Giovanni per le vie del borgo.

“Il mondo a colori” è, invece, lo spettacolo, organizzato dalla Commissione per i festeggiamenti in collaborazione con il comitato provinciale Telethon, in programma in serata, con  l’esibizione della “Rewind – Pooh official tribute band”.

Mons. Antonino Raspanti, Vescovo della Diocesi di Acireale, presiederà il Solenne Pontificale di domani mattina, alla presenza del clero, delle autorità civili e militari e dei membri della Commissione per i festeggiamenti. Il Solenne Pontificale sarà preceduto, alle 10, dalla Solenne Svelata del simulacro.

Alle 17, tutta l’attenzione sarà rivolta alla pantomima “U pisci a mari” , con partenza da via Rodolico e gran finale nello specchio acqueo antistante lo scalo di alaggio, poi, la trionfale uscita del simulacro e la processione nella zona sud.

A celebrare la  Santa Messa delle 11.30 di sabato sarà il Vicario Generale della Diocesi, Mons. Giovanni Mammino e, alle 19, nuova uscita del simulacro  e processione, stavolta per le vie della zona nord di Aci Trezza.

Alla “Marina” la sosta per lo spettacolo pirotecnico, poi  la suggestiva salita di corsa fino a piazza Giovanni Verga. Sarà quello, il momento che sancirà la fine dei festeggiamenti perché, subito dopo, San Giovanni farà ritorno nella “cammaredda”.

“Che la festa di quest’anno – ha detto il parroco don Carmelo Torrisi –  “sia un tripudio di fede, tradizioni e colori, con il grande desidero di ritornare a vivere, più che la tanto conclamata normalità, quell’autenticità della vita annunciata e testimoniata dal nostro grande patrono San Giovanni Battista!”

(foto: l’uscita trionfale di San Giovanni – immagine di Giovanni Crisafulli)

© Riproduzione riservata