Truffe. Attenti allo smishing, il pericolo corre sull’sms. Consigli per non cadere in trappola

Attenti ai messaggi sms che vi arrivano sui telefonini dalla vostra banche o da altre banche e, soprattutto, non cliccate sul link che vi propongono. Spesso si tratta di truffe, come avverte l’associazione Codici che sta ricevendo numerose segnalazioni.

”Non bisogna mai cliccare sul link indicato” –  raccomanda il segretario nazionale Ivano Giacomelli – “perché il collegamento contenuto negli SMS così come nelle e-mail in realtà serve ai truffatori per entrare in possesso dei dati dei clienti così da poter effettuare prelievi a loro insaputa ed a loro spese”.

La faccenda è particolarmente delicata perché a volte, gli sms arrivano direttamente dal contatto in rubrica della banca, quindi apparentemenete affidabile per chi lo riceve. In realtà, come spiega Giacomelli “non è così. I ladri sono sempre più abili e riescono ad utilizzare anche i canali ufficiali per raggirare i consumatori”.

Per maggiore sicurezza è conveniente contattare la propria banca e verificare l’attendibilità del messaggio. Altro consiglio, fortemente raccomandato è quello di non fornire mai le proprie credenziali ad eventuali operatori telefonici che chiamano oppure scrivono tramite il numero che abbiamo salvato in rubrica.Anche in questo caso, meglio contattare la banca.

(foto: repertorio internet)

© Riproduzione riservata