Canadair precipitato sull’Etna. Ritrovati i corpi dei due piloti. Si indaga sulle cause dell’incidente

Sono stati ritrovati i corpi dei due piloti del canadair CL 415 dei Vigili del Fuoco, precipitato ieri a Monte Calcinera e domani sarà conferito l’incarico per l’esecuzione dell’autopsia. Queste le novità delle ultime ore, in merito alla tragedia che, per le modalità con cui si è consumata, ha scosso l’Italia intera.

Le vittime sono un il comandante del velivolo, Matteo Pozzoli, ex pilota dell’Aeronautica Militare di 58 anni, originario della provincia di Como, ed il primo ufficiale, Roberto Mazzone, 62enne salernitano.

La Procura della Repubblica di Catania sta indagando su due fronti: le cause che hanno fatto schiantare ed esplodere il velivolo e le cause dell’incendio.

Si vuole, cioè accertare, da un lato se vi sia stata una manovra sbagliata o un guasto meccanico a bordo e, dall’altro, se il rogo che si è sviluppato a Monte Calcinera, sia stato di natura dolosa.

Alle famiglie dei due piloti morti nello svolgimento del loro lavoro e al Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco, le condoglianze del Dirigente Generale del Comando del Corpo Forestale della Regione Siciliana e di tutto il personale.

Anche l’Amministrazione comunale di Linguaglossa e tutti i cittadini si stringono al fianco delle famiglie dei due piloti che hanno perso la vita. In segno di rispetto,  in accordo con gli organizzatori, è stata sospesa la manifestazione “Piazze del Gusto” in programma oggi.

(foto: le immagini della tragedia)

© Riproduzione riservata