Pallanuoto maschile, serie A1. Trasferta ligure per l’Ortigia, domani affronterà la Pro Recco

Dopo una lunga sosta, riparte il campionato di Serie A1 di pallanuoto maschile, con la seconda fase che vedrà le squadre suddivise in due gruppi da sette: il Round Scudetto e il Round Retrocessione.

Ciascuna formazione riprenderà il proprio cammino dai punti e dalla posizione conquistati nella prima fase. L’Ortigia, quarta con 27 punti e, pertanto, inserita nel Round Scudetto, affronterà domani pomeriggio i campioni d’Italia e d’Europa della Pro Recco.

Alla vigilia del match, Stefano Piccardo fa il punto sulla squadra, dopo 70 giorni di stop. “Abbiamo prima fatto una fase di riposo” – dichiara – “poi abbiamo cercato di lavorare sulla condizione fisica. Non sono mancate le difficoltà, per via di alcuni infortuni, con Di Luciano che si è fratturato un dito del piede, La Rosa che ha accusato un fastidio al collo, e così via”.

E sulla gara di domani contro la corazzata Pro Recco, “giocare già questo sabato, a una settimana dalla finale di Doha” – dice – “non lo trovo generalmente rispettoso per i giocatori che hanno partecipato a europei e mondiali. Non so come riusciranno a recuperare le energie mentali e fisiche”.

I biancoverdi, comunque, vanno in Liguria per giocare una partita intelligente contro la squadra più forte del mondo.

“Contro il Recco sarà un importantissimo banco di prova per misurare la crescita e la maturità della squadra”. Lo sostiene il portiere Stefano Tempesti. La squadra” – aggiunge – “dovrà avere l’atteggiamento di sempre, vale a dire nessuna sudditanza e nessun timore reverenziale. Abbiamo tutti due gambe, due braccia e una testa e non ho mai visto un giocatore dell’Ortigia divorato da uno della Pro Recco.

Il match si giocherà alle ore 15 nella piscina “Ferro” di Punta Sant’Anna, con diretta streaming sul canale YouTube del club ligure.

(foto: il numero uno dell’Ortigia, S. Tempesti – immagine M.Angela Cinardo MfSport.net)

© Riproduzione riservata