Mussomeli, uccide ex compagna e figlia di lei poi si toglie la vita. Forse movente passionale

Duplice femminicidio e suicidio a Mussomeli, nel nisseno, dove un 27enne ha ucciso a colpi pistola la ex compagna di  48anni, e la figlia della donna,  27enne, poi si è tolto la vita sparandosi alle tempia. La tragedia si è consumata la scorsa notte in una abitazione del centro storico. Secondo una prima ricostruzione, il giovane avrebbe sparato  alla donna perché aveva voluto interrompere la relazione sentimentale iniziata da qualche mese. Si sarebbe, pertanto, presentato a casa di lei, nel tentativo di riappacificarsi, poi, il raptus che ha generato la tragedia. I tre corpi senza vita sono stati trovati da un altro figlio della donna. Le indagini sono condotte dai Carabinieri.

(foto: repertorio internet)