Portopalo, sequestrati 140 chili di pesce senza tracciabilità. Sanzionato il titolare del deposito

Circa 140 chilogrammi di prodotti ittico, privo di certificazioni di tracciabilità, sono stati sequestrati dal personale della Guardia Costiera in un deposito ittico a Portopalo di Capo Passero. Si tratta di specie mista tra ricciola, gambero sgusciato e sauri, di cui il commerciante non ha saputo indicare la provenienza ed è stato, pertanto, sanzionato.

Come da protocollo, tutto il pesce sequestrato è stato, poi, sottoposto a visita organolettica e, poiché giudicato idoneo al consumo, è stato donato ad una mensa della Caritas. L’operazione è stata condotta la notte scorsa ed ha interessato i territori di Marzamemi e Portopalo di Capo Passero.

(foto: il prodotto ittico sottoposto a sequestro)