Diario della pandemia. Quasi 11 mila nuovi casi in Italia. Ecco le possibili nuove restrizioni

Stop per piscine, palestre e sport dilettantistici da contatto, orari differenziati nelle scuole superiori e incremento dello smart working. Potrebbero essere queste alcune delle novità contenute nel  DPCM che dovrebbe arrivare entro domani sera o, al massimo, lunedì.

Ovviamente nulla di certo perché, fino a questo momento, si tratta solo di indiscrezioni.

Il governo sta lavorando incessantemente per individuare le attività non essenziali sulle quali procedere col giro di vite, in modo da evitare che anche in Italia si raggiungano le cifre degli altri Paesi europei.

E a proposito di cifre, con l’ultimo report del Ministero della Salute, nelle ultime 24 ore, i nuovi contagi in Italia sfiorano quota 11 mila (10.925) con 47 nuove vittime.

Guardando al dato regionale, che più ci riguarda, la Sicilia registra una leggera flessione dei contagi rispetto al dato diffuso ieri (578).

Sono 475, infatti, i nuovi positivi, ma al calo dei contagi corrisponde una diminuzione del numero dei tamponi processati.

Crescono, lentamente ma in maniera costante, le terapie intensive che, nelle ultime 24 ore, hanno registrato 61 presenze.

Il totale dei ricoverati è di 540, mentre  5741 sono i positivi in isolamento domiciliare. Sotto osservazione gli ospedali, fortunatamente ancora non in sofferenza, e vigilanza alta sul territorio, da parte delle forze di polizia per verificare il rispetto delle misure di sicurezza.

Criticissima la situazione a Mezzojuso, in provincia di Palermo, uno dei Comuni dichiarati “zona rossa”, dove tra i positivi al Covid 19, ci sono tutti i Carabinieri della locale Stazione.

(fotocopertina: archivio siracusa2000)