Floridia. Sparò e uccise il cane “Lucky” per difendere il suo gregge, denunciato pastore

E’ stato denunciato in stato di libertà, per uccisione di animale e porto abusivo di armi, l’uomo che, qualche giorno, a Floridia, con un colpo di carabina, ha abbattuto il cane meticcio,“Lucky”.

L’uomo, un pastore che pascolava il proprio gregge nella zona “circuito”, si è presentato spontaneamente ai Carabinieri di Floridia, ed ha raccontato di avere sparato per paura.

Il cane stava, infatti, minacciando le pecore e così, per difenderle, ha imbracciato la carabina che teneva nel capanno ed ha sparato.

Non ci sarebbe stata, comunque, l’intenzione di uccidere il cane che il pastore, come ha detto ai militari, voleva solo spaventare. Il proiettile ha, però, preso un’altra direzione e si è andato a conficcare nel polmone dell’animale, poi morto praticamente tra le braccia della padrona che, insieme ad altre persone, aveva sentito gli spari ed era intervenuta.

All’uomo è stata anche ritirata la carabina, in quanto non era in possesso del porto d’armi, ma solo della licenza necessaria a detenerla.

(foto: archivio Carabinieri)

© Riproduzione riservata