Siracusa. Dopo lo stop causa pandemia del 2020, a dicembre torna il “Presepe Sommerso”

Sarà inaugurato, come da tradizione, l’8 dicembre, il “Presepe Sommerso” del ponte Umbertino, realizzato dai “ROSS”, con il prezioso contributo dei ragazzi diversamente abili che, anche in questa occasione, stanno dimostrando quanto siano una importante risorsa da valorizzare.

In queste settimane, i ragazzi con i loro assistenti hanno, infatti, lavorato presso la sede dell’associazione di Pubblica Assistenza “ROSS”,  dipingendo le statuette che saranno, poi, collocate nel fondale di Riva del Forte Gallo.

Quest’anno, come ha annunciato il presidente dei “ROSS”, Carmelo Bianchini, ci sarà più illuminazione, per permettere al presepe una migliore visibilità e, quindi, una fruizione ottimale da parte dei visitatori.

il presidente C. Bianchini con i volontari che stanno lavorando al “Presepe Sommerso”

Un’altra importante innovazione di questa ottava edizione saranno le cinquemila cartoline che saranno distribuite e che potranno essere spedite come bigliettini di buone feste a parenti ed amici sparsi per l’Italia e per il mondo.

Intanto i sommozzatori hanno, già, proceduto alla pulizia del fondale, rimuovendo una consistente quantità di detriti che vi si sono accumulati in questi due anni.

Lo scorso Natale, infatti, il “Presepe Sommerso” non è stato allestito a causa della pandemia. L’emergenza covid, purtroppo, non è ancora finita, ma, con la campagna vaccinale in corso e le regole di sicurezza alle quali ci siamo, ormai, abituati, hanno consentito la ripartenza e la ripresa di tutte le attività e delle tradizioni alle quali siamo legati ed il “Presepe Sommerso” è una di queste.

(fotocopertina: i lavori di preparazione al ponte Umbertino)

© Riproduzione riservata