Acireale. Arrestato l’autore del duplice omicidio di Pennisi, è il proprietario del terreno

Ha ammesso le proprie responsabilità, l’anziano agricoltore, proprietario del terreno di Pennisi, frazione di Acireale, dove sono stati rinvenuti i cadaveri dei due cugini, di 29 e 30 anni.

L’uomo avrebbe raccontato di avere sparato con una pistola semiautomatica “browning” calibro 7.65, regolarmente detenuta, che avrebbe, poi nascosto nelle campagne.

Il presunto autore del duplice omicidio, che si trova in carcere a Piazza Lanza, avrebbe detto di essere stato svegliato intorno alle 3 della notte dalla presenza di due persone in casa che, già, qualche giorno prima  lo avevano minacciato.

Dopo l’uccisione, che sarebbe avvenuta a distanza ravvicinata, l’anziano avrebbe caricato i due cadaveri su una carriola per trasportarli nel luogo dove sono stati, poi, rinvenuti. L’arma del delitto è stata ritrovata sotto una palma nana, così come indicato dall’arrestato agli investigatori.

(foto: fermo immagine Tgcom24)

© Riproduzione riservata